Nel numero 5 scaricabile gratuitamente: in primo piano, l’assalto delle pale olandesi all’Abruzzo di Lilli Mandara, la lettera aperta al presidente Draghi sulle proposte per la transizione ecologica italiana firmata dai quattro “veterani verdi” Massimo Scalia, Gianni Silvestrini, Gianni Mattioli e Vincenzo Naso, la genesi e gli interessi geo-politici del Draghismo di Ugo Mattei, il terremoto dell’Aquila spartiacque della vita di Luca Lombardi, i conflitti senza fine dell'America nel mondo di Stefano Rizzo, Bianca la rossa e l’mparziale parzialità di Augusto Fierro


Transizione ecologica, Regioni e Stato sfilacciato

Con l'attuale governo Roberto Cingolani (legato a Confindustria) ha sostituito all’Ambiente il generale dei forestali Sergio Costa: aveva dato buona prova di sé di fronte alle corbellerie di molte Regioni. Alcune, come la Sicilia più “abusata” di tutte, rifiutano la legge nazionale, e altre, come la Sardegna, vogliono manomettere l’ottimo Piano Salvacoste voluto dal presidente Renato Soru. La declamata transizione è suddivisa fra ministeri retti da manager, ad eccezione delle Infrastrutture affidato a uno di cui ci si può fidare, Enrico Giovannini

L’editoriale di VITTORIO EMILIANI


«All’Armi son fascisti»: l’appello degli intellettuali

Chi vuole leggere e sottoscrivere il testo contro l’usurpazione del nome di Italia Libera firmato da Ferruccio Parri, Carlo Ginzburg, Dacia Maraini, Corrado Stajano, Giovanna Borgese, Nadia Urbinati, Carlin Petrini, Valerio Magrelli, Ugo Mattei e Salvatore Settis   può cliccare qui