Autore: Vittorio Emiliani

Direttore onorario - Ha cominciato a 21 anni a Comunità, poi all'Espresso da Milano, redattore e quindi inviato del Giorno con Italo Pietra dal 1961 al 1972. Dal 1974 inviato del Messaggero che ha poi diretto per sette anni (1980-87), deputato progressista nel '94, presidente della Fondazione Rossini e membro del CdA concerti di Santa Cecilia. Consigliere della RAI dal 1998 al 2002. Autore di una trentina di libri fra cui "Roma capitale Malamata", il Mulino.

Il bavaglio o la distorsione dei fatti sembrano dominare il panorama informativo nazionale. Il contratto giornalistico è stato travolto e stravolto da editori sempre meno illuminati con l’avallo di un segretario della Federazione Nazionale della Stampa Italiana (Fnsi) facilmente individuabile. L’accordo sindacale consente di pagare i ragazzi alle prime armi…

Leggi

Fra i sindaci che hanno dato forma alla capitale ci fu anche “un democratico isolato”, insediato in Campidoglio 150 anni fa. Figlio primogenito del conte spoletino Vincenzo Pianciani e di Amalia Ruspoli figlia del principe Ruspoli di Cerveteri. Nel 1872 succede come sindaco progressista al commissario straordinario Michelangelo Caetani. Dura…

Leggi

Il despota del Cremlino traccia la sua “linea rossa” nei confronti dell’Europa democratica e sbarra il passo ad una eventuale visita del presidente del Parlamento europeo sul caso Navalnyj in Russia. Il regime ex sovietico attacca frontalmente gli esponenti del Partito socialista europeo, e foraggia sottobanco la destra estrema contro i…

Leggi