NELL’AMBITO DEL disgelo dei rapporti tra Turchia e Israele è stato stipulato un accordo tra la società israeliana Eco Power e la municipalizzata Oren Ordu Energy per costruire l’impianto a Ordu sul Mar Nero. La Oren realizzerà cinque frangiflutti su cui la Eco Power installerà le turbine per la conversione dell’energia meccanica delle onde in energia elettrica. La tecnologia usata prevede di minimizzare l’impatto delle onde e l’azione corrosiva dell’acqua salata. La potenza iniziale prevista è di 4 MW ma il progetto è finalizzato al raggiungimento di 76 MW. Costo previsto: 150 milioni di dollari (https://www.juancole.com/2022/12/turkey-project-largest.html). — (m. s.© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giornale digitale di informazione e partecipazione attiva